INDENNITA’’ “MERITOCRATICHE”: COME OTTENERLE

Mercoledì, 13 Settembre, 2017

Come molti di voi sanno, alla fine del rapporto, e nei casi specifici previsti dalla legge e dell’Accordo Economico Collettivo, all’Agente di commercio spettano alcune indennità indipendentemente dall’incremento o meno del fatturato e/o della clientela. Queste indennità si chiamano F.I.R.R. (Fondo Indennità Risoluzione Rapporto) ed indennità suppletiva di clientela (sempreché ci sia un contratto scritto che richiama gli Accordi Economici Collettivi). Se l’agente ha incrementato il fatturato e la clientela durante il rapporto, si può chiedere una terza indennità prevista dall’AEC, chiamata meritocratica. In alternativa alle tre indennità dell’AEC, si può valutare il pagamento di un’indennità complessiva superiore ai sensi dell’art. 1751 del Codice Civile. Oggi non vi spiegheremo come si calcolano, ma quello che voi dovete avere, a livello di documentazione, per permettere ai nostri operatori di chiedere le vostre giuste spettanze. La prima cosa che bisogna avere è un dato di partenza ossia un documento che certifichi quello che era il fatturato, ed il numero di clienti, della zona a voi affidata nell’anno precedente la firma del contratto. Questo è un dato un po’ complicato da avere perché sarebbe necessario inserirlo nel contratto di agenzia, o in un allegato, quando iniziate un nuovo rapporto. Ricordatevi di farvi dare un elenco di clienti “attivi” nell’anno precedente, ossia clienti che hanno acquistato nell’ultimo anno, non in anni precedenti. Durante il rapporto, invece, è necessario tenere con cura ed ordine gli estratti conto provvigionali e le relative fatture. Verificate sempre che negli estratti conto ci siano i dati di fatturato di ogni singolo cliente e non importi generici. Sempre durante il rapporto, è molto importante archiviare i dati dei nuovi e vecchi clienti procurati, con il relativo fatturato prodotto anno per anno, e prendere nota, se possibile, dei motivi per i quali sono stati persi altri clienti (fallimento, intervento della concorrenza, difetti nei prodotti o disservizi vari ecc..). Con tutti questi dati, se archiviati e tenuti con ordine, sarà molto più semplice per i nostri operatori aiutarvi per ottenere il giusto riconoscimento per l’attività da voi svolta. Per tutte le altre informazioni al riguardo contattate i nostri operatori agli sportelli che trovate all’indirizzo http://www.fisascatcislagenti.it/site/dove-siamo.