Archivio delle News

CARTA CARBURANTE ELETTRONICA: CONVENZIONE PER GLI ISCRITTI FISASCAT CISL

Fisascat Cisl, in collaborazione con Usarci, offre ai propri iscritti la possibilità di avere la carta carburante elettronica perfetta per la vostra attività. La convenzione è stata stipulata con azienda leader sul mercato dell'approvvigionamento in viaggio senza contanti per il settore dei trasporti e della mobilità sulle strade europee. Da oggi ti potrai liberare di tutte le carte carburanti dal tuo portafoglio, perchè con questa carta carburante elettronica potrai acquistare in oltre 7700 stazioni in tutto il territorio italiano (comprese pompe bianche e Grande distribuzione).

La pensione dell’Enasarco

La pensione Enasarco è una pensione integrativa obbligatoria per tutti gli agenti di commercio che svolgono l’attività per una o più case mandanti ed i contributi versati all’Enasarco non possono essere ricongiunti con quelli versati all’Inps.
Oggi andremo a vedere, a grandi linee, come si calcola la pensione di vecchiaia erogata della Fondazione Enasarco.
La pensione è formata da tre conteggi distinti, dette “quote”, da utilizzare in casi ben precisi:

LA PAROLA “ESCLUSIVA” NEL CONTRATTO DI AGENZIA

Analizziamo una parola molto importante nel contratto di agenzia, ma che cambia di significato a seconda di dove e come viene inserita, con conseguenti problemi interpretativi da parte di molti colleghi e case mandanti. Questa parola viene spesso usata per chiarire due concetti importanti: l’esclusiva di zona e l’obbligo di operare per una sola casa mandante. Avere l’esclusiva significa avere diritto alle provvigioni dirette ed indirette sugli ordini raccolti ed andati a buon fine con determinati clienti, zone o settori.

L’ESIBIZIONE DEI LIBRI CONTABILI

La materia che regola i rapporti di agenzia è complicata ed è difficile che possa essere gestita da chiunque, senza specifiche competenze. Questa è una nostra convinzione che è nata in anni di attività e che ci viene confermata dalle numerose sentenze che leggiamo ogni giorno. Nel mondo dell’agenzia basta una sentenza della Cassazione per cambiare tutto ciò che, fino a prima, ci sembrava ovvio.

L’obbligo di informazione

Riprendiamo la questione, in parte affrontata precedentemente, relativa all’obbligo di informazione dell’agente nei confronti della casa mandante.
Pensiamo infatti sia utile ricordarvi che esiste comunque un obbligo di legge che impone all’agente di informare la casa mandante su ciò che avviene nella zona/clientela a lui affidata.
E’ compito dell’agente, infatti, avvisare la casa mandante quando nella zona di sua competenza avvengono dei fatti di particolare rilevanza che possono incidere sulla sua attività e, di conseguenza, sui suoi risultati.

Sisma e versamenti

Sisma 2016: sospesi i versamenti all’Enasarco L’Enasarco ha comunicato di aver sospeso i termini di pagamento dei contributi da parte dei soggetti che operano nelle zone colpite dal terremoto dell'agosto 2016. Le imprese che hanno beneficiato della sospensione devono presentare domanda di rateazione entro il 30 settembre 2017. Con un comunicato stampa la Fondazione Enasarco ha comunicato di aver sospeso il pagamento dei contributi nelle aree colpite dai terremoti del 24 agosto.

SVILUPPO DI ZONE PRIVE DI FATTURATO

Spesso gli agenti di commercio ricevono offerte di rappresentanza da parte di aziende che devono sviluppare determinate zone. A volte per queste zone la casa mandante non ha, al momento della stipula del contratto con l’agente, un fatturato o una clientela preesistente. Come molti di voi sanno, sviluppare da “zero” una determinata zona significa investire tempo e denaro per almeno un anno e, se tutto va bene, i primi guadagni veri si cominciano a vedere nell’anno successivo. È di fondamentale importanza, in questi casi, sottoscrivere un contratto di agenzia che tenga conto di tutto questo.

GLI STRUMENTI PER LA RACCOLTA DI ORDINI E LE EMAIL AZIENDALI

Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un aumento delle richieste, da parte della case mandanti, di utilizzo, per la raccolta di ordini, di programmi specifici e/o di tablet forniti dalle aziende stesse. In aggiunta a questo, all’agente viene chiesto di utilizzare un’email aziendale interna per le comunicazioni e/o per l’invio degli ordini. Fermo restando che è difficile imporre alla casa mandante, che decide di utilizzare questi sistemi, di operare diversamente, riteniamo opportuno mettere in guardia la Categoria sui problemi legati all’utilizzo di questi nuovi mezzi o programmi.

Pagine